Liebster Award

Questa settimana volevo pubblicare un’altra wishlist. Un’altra, sì. Per fortuna però sia Quasi Adatta che Capricci d’Inchiostro mi hanno nominata per il Liebster Award, ergo vi risparmio l’ennesima wishlist delirante.

Il Liebster Award è un riconoscimento virtuale che viene assegnato da qualche annetto tramite nomination tra i blog. Si tratta principalmente di un modo carino e spensierato per far conoscere ai propri lettori altri blog che meritano di essere seguiti. Blog che, nelle entries dell’edizione 2016 non devono aver raggiunto la quota di 200 iscritti. 
Prima regola del Liebster Award non è quindi non parlare del Liebster Award ma parlarne il più possibile e sopratutto:

  • ringraziare chi ti ha nominato
  • scrivere qualche riga per promuovere un blog interessante che seguito
  • rispondere alle 11 domande di chi ti ha nominato e scrivere 11 cose su di te
  • premiare 11 blog e formulare per loro altrettante domande e informarli della nomination


Quindi, grazie di nuovo ad Alice e Viola che mi hanno nominate. Seguite i loro blog che sono belli e loro leggono un sacco di cose che poi vorrete comprare.
E poi insomma, parlare di un blog solo non mi pare giusto, dai. Facciamo che qui ve ne dico alcuni, e poi in fondo nomino quelli con meno di tot iscritti. Allora andate a spulciare cosa dice La Lettrice Rampante, LibrAngolo Acuto (compagna di acquisti violenti e impulsivi), La Leggivendola, Il mondo urla dietro la porta.

Essendo stata nominata due volte presumo di dover rispondere a 21 domande (cerco di esser breve). Prima ci sono le domande di Quasi Adatta (nome del blog tratto da una canzone dei TARM, la bellezza) e poi quelle di Capricci d’inchiostro:

1. Da cosa deriva il nome del tuo blog? Perché lo hai scelto? 
Paper Moon, per la precisione”It’s only a paper moon”, è il titolo di una meravigliosa canzone jazz, con un testo incantato, la cui esecuzione più famosa è quella di Ella Fitzgerald con il Nat King Cole Trio. La canzone è anche la base su cui poggia 1Q84 di Murakami.

2. C’è un cibo strano che di solito alla gente non piace, ma a te fa impazzire?
Non mi viene in mente nulla di particolare, però c’è da dire che qualsiasi cosa sia dolce o glassata sono capace di mangiarla.
3. Qual è stato il viaggio più bello che tu abbia mai fatto e perché?
Non sono capace di sceglierne uno, perdonami! Però devo ammettere che questo autunno credo di aver lasciato un pezzettino di me a Dublino (e il progetto di prenderci residenza è frequentemente nei nostri pensieri in questa casa).
4. Ti piacciono le serie tv? Qual è la tua preferita?
Io seguo quasi tutte le serie tv. Ho un biglietto sul frigo che mi ricorda quando escono le puntate di ciascuna. Secondo me la Serie è Breaking Bad. Però la mia preferita, tra quelle in corso, è Game of Thrones.
5. Racconta un fatto imbarazzante su di te.
Fingo spesso che il pavimento sia lava.
6. Ti piace il posto in cui vivi? Vorresti vivere da qualche altra parte?
Sufficientemente (per vari motivi), ma avere una casa in Inghilterra o Irlanda non sarebbe male (vedi sopra).
7. Qual è il classico che tutti hanno letto e tu – ancora – no? Ultimamente mi rendo conto di non aver letto neanche un libro di Hemingway.
8. Hai un libro-linus? (Cioè quel libro che ogni tanto senti il bisogno di rileggere)
Diciamo che ci sono libri che “mi tengono al sicuro” e sono solitamente la saga di Harry Potter.
9. C’è un libro che associ ad un bel ricordo?
Più di uno in realtà.
10. Un film e un libro che non devono assolutamente mancare
“La Principessa Sposa” e “Memento”.
11. Quale titolo daresti al libro sulla tua vita?
1. Preferiresti invecchiare al doppio della velocità, ma con la certezza che diventerai famosa, o invecchiare normalmente ma con la certezza di una vita senza grandi successi? 
2. Parigi, New York, Tokyo, Oslo o Bombay? Paris! 
3. Quale evento storico cambieresti, se potessi tornare indietro nel tempo? Essendo una time travel consultant sono abbastanza consapevole di due cose: non dobbiamo essere visti da noi stessi e don’t mess with the fixed points in the universe. Quindi cambierei qualche sciocchezza, o mi godrei il viaggio senza cambiare niente.
4. Se avessi la certezza che ti verrebbe detta tutta la verità, ti faresti leggere il futuro nelle carte? No way. Vedi sopra.
5. Passato, presente o futuro? Tutti e tre. 
6. Qual è la tua serie TV preferita? Ho risposto prima! Le serie tv sono l’argomento di conservazione, si sa.
7. Quale sarebbe, per te, la maggiore minaccia? Ora come ora accorgermi che il caffè è finito.
8. In quale Casa di Hogwarts saresti smistato? “Or perhaps in Slytherin, You’ll make your real friends, Those cunning folk use any means, To achieve their ends.”
9. Se vedessi un cane abbandonato a bordo della strada ma fossi in un ritardo pazzesco per andare al lavoro, cosa faresti? Mi fermo, assolutamente.
10. Qual è la tua letteratura preferita? Inglese, francese, russa, italiana…? E quale libro la rappresenta maggiormente? Se devo proprio sceglierne una a questo punto direi quella francese. “I tre moschettieri” e i libri di Sade sono necessari.
11. Dimmi cinque cose che odi. Chi non è capace di ascoltare, le scadenze non rispettate, le briciole sparse in giro, il vento gelido, l’ignoranza. 

E ora 11 cose su di me (dio santo, certo che è una fatica):
  • Sono appassionata di pornografia d’arte e arte erotica in generale
  • Il mio cartone Disney preferito sono gli Aristogatti
  • A parte i cartoni Disney da piccola avevo una sola e unica fissazione: Star Wars. Sono cresciuta con Darth Vader come modello di vita.
  • Ci sono alcune tematiche su cui sono fissatissima, come i viaggi nel tempo (se non si fosse capito) e la memoria
  • Sto con Alessio da cinque anni, ma lui per assicurarsi eterna fedeltà ha comunque pensato bene di intraprendere il percorso da birraio
  • A quanto pare sono capace di far crescere qualsiasi pianta: tranne il basilico
  • I bambini piccoli mi fanno senso e mi mettono parecchio a disagio 
  • Mangio solo le M&M’s gialle e marroni
  • Finisco sempre un libro. Anche se mi fa schifo, se lo inizio lo finisco. Sempre
  • Ho la soglia del dolore simile a quella di un grillo (poi magari il grillo regge meglio di me)
  • Proprio per questo non sono ancora andata a farmi uno dei tre tatuaggi che ho in mente 

Bene, ho finito di cianciare riguardo cose a caso. 

I blog che nomino sono:

E queste le famigerate 11 domande:

1. Qual è la tua pizza preferita (domanda fondamentale)
2. Viaggiando nel tempo ti ritrovi sperduto in epoca romana. Quale copertura scegli per salvarti la pelle e non mostrare a tutti che indossi delle Converse (potresti risultare sospetto)?
3. Qual è la tua peggiore aspettativa in una casa palesemente stregata?
4. Puoi imparare con grande facilità e ottime lezioni una qualsiasi constructed language (una lingua “inventata” insomma, che ne so, tipo l’elfico di Tolkien), quale scegli?
5. Quale creatura fantastica ti piacerebbe trovare in giardino una bella mattina di sole?
6. Quale opera d’arte ti piacerebbe avere in salotto?
7. Pancake: sciroppo d’acero, Nutella o marmellata?
8. Quale sarebbe la tua arma ideale se tu fossi un personaggio fantasy?
9. Quale dei tre doni della morte sceglieresti?
10. Fanno il sequel o il prequel di uno dei tuoi film preferiti. Che ruolo cerchi di ottenere?
11. Secondo te, perché la risposta alla domanda universale sulla vita, sull’universo e tutto quanto è proprio 42?

Bene signori, ho finito. Mi sono spezzata il post in una giornata perché era infinito, ma d’altronde, Valar Dohaeris. 









Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...